Macbeth, Re di Scozia

Definizione

Mark Cartwright
da , tradotto da Aurora Alario
pubblicato il
Disponibile in altre lingue: Inglese, Francese, Spagnolo
X
Posthumous Portrait of Macbeth, King of Scotland (by Jacob Jacobsz de Wet II, Public Domain)
Ritratto postumo di Macbeth, Re di Scozia
Jacob Jacobsz de Wet II (Public Domain)

Macbeth Macfinlay (noto come Mac Bethad mac Findláig) fu re di Scozia dal 1040 al 1057. Sovrano di Moray, conquistò il trono sul campo di battaglia sottraendolo al suo predecessore Duncan I di Scozia (1034-1040). Macbeth si trovò a governare un regno più o meno prospero, tuttavia, la poca unità della Scozia si rivelò fatale. Il re inglese Edward the Confessor (1042-1066) si alleò con il figlio esiliato di Duncan I, Malcom, e unendo gli eserciti riuscirono a sconfiggere Macbeth a Dusinane nel 1054. Nel 1057, Macbeth morì durante una battaglia contro i ribelli. Per un breve periodo, a prendere il posto di Macbeth fu il figliastro Lulach (1057-1058) e a seguire Malcom, suo più grande rivale nonché cugino, che prese il nome di Malcom III di Scozia (1058-1093). A rendere il re scozzese tristemente noto fu William Shakespeare che, nel XVII secolo, scrisse l’opera teatrale dal titolo “Macbeth”. Sebbene abbia poco a che vedere con la figura storica, divenne uno dei personaggi più celebri del drammaturgo.

La dinastia dei MacAlpin

A governare la Scozia dal IX secolo fu la dinastia celtica dei MacAlpin fondata da Kenneth MacAlpin (scritto anche Cinead mac Ailpin o mac Ailpein, 842-858). A quel tempo la Scozia intesa come paese era ancora una vaga idea, ciononostante gli abitanti si facevano chiamare “scozzesi” e i confini dell’area in cui vivevano, nella parte settentrionale delle isole britanniche, erano simili a quella che oggi identifichiamo come Scozia orientale e meridionale. Nel periodo della dominazione dei MacAlpin, la successione al trono era sempre stata problematica, dal momento che i maschi della famiglia facevano a gara per aggiudicarsi il trono. Inoltre, il regno degli Scozzesi, talvolta noto anche come Alba, era ancora ben lontano dall’essere unificato.

Rimuovi la pubblicità
Advertisement

Duncan I di Scozia (ovvero Donnchad ua Maíl Choluim) nacque nel 1010 ed ereditò il trono grazie alla madre Bethoc, figlia del precedente re, Malcom II di Scozia (1005-1034) ultimo della dinastia dei MacAlpin. Duncan, il cui padre era Crinán, abate laico di Dunkeld, fondò dunque il Casato dei Dunkeld, che avrebbe governato la Scozia dal 1249 al 1286 d.C fino al dominio di Alessandro III di Scozia. Soltanto Macbeth Macfinlay (1005) riuscì ad interrompere il regno del casato.

Intorno al 1032, Macbeth sposò Gruoch, nipote di Kenneth III di Scozia.

Macbeth e Duncan I

Duncan I tentò di annettere al suo regno i territori di Moray, Caithness e Southerland. Non avendo successo con le ultime due, anche la conquista di Moray si rivelò difficile. Duncan aveva un cugino ambizioso, Macbeth. Di stirpe reale, Macbeth era il sovrano (“mormaer” o “conte”) della regione del Moray, posizione ereditata dal padre Finlaech. Moray era, all’epoca, la regione della Scozia settentrionale che circondava Inverness. Il padre di Macbeth era stato assassinato dai suoi due nipoti Malcom e GilleComgain. Macbeth vendicò il padre, lasciando GilleComgain a morire all’interno del proprio castello in fiamme e riuscendo così a conquistare Moray nel 1032.

Rimuovi la pubblicità
Advertisement

Map of Feudal Scotland
Mappa della Scozia feudale
Unknown Artist (Public Domain)

Da principio, Macbeth aveva mostrato fedeltà a Duncan, fino a quando le sconfitte sul campo di battaglia di quest’ultimo nel tentativo di espandere il regno non si presentarono come un’occasione. La popolarità di cui godeva il sovrano tra i suoi alleati subì un duro colpo a seguito di un attacco infruttuoso a Durham, nell’Inghilterra del Nord nel 1039. Non furono, tuttavia, l’incompetenza e la poca popolarità del sovrano le sole ragioni che portarono Macbeth a disdegnare il re. Intorno al 1032, Macbeth sposò Gruoch, nipote di Kenneth III di Scozia (997-1005). Gruoch era precedentemente sposata con GilleComagain, quindi il matrimonio con Macbeth fu d’aiuto a sedare la faida interna alla famiglia. Kenneth III era stato ucciso in battaglia nel 1005 dal nonno di Duncan, Malcom II e di conseguenza non correva buon sangue tra Gruoch e l’attuale re.

Duncan decise di fare la prima mossa e sbarazzarsi di Macbeth sul campo di battaglia. Nel 1040, tuttavia, fu Duncan ad essere ucciso durante uno scontro a Pitgaveny, vicino Elgin. La morte di quest’ultimo permise a Macbeth salire al trono il 14 agosto. Nel frattempo, i figli di Duncan, Malcom (1031) e Donald (1033), fuggirono dal paese.

Rimuovi la pubblicità
Advertisement

Il Regno di Macbeth

Il regno di Macbeth non è facile da analizzare nel dettaglio. Come fa notare lo storico R. Oram “dei suoi diciassette anni da sovrano, sono arrivati a noi solo una manciata di testimonianze, molte delle quali lasciano ampio spazio a interpretazioni divergenti.” (48) A quanto pare il sovrano fu molto più efficiente del predecessore, come riporta un cronista medievale dell’epoca, “sotto la sua gestione ci furono stagioni produttive” (Orham, 49). Restarono, tuttavia, sotto il controllo vichingo i territori di Sutherland e Caithness, i quali rappresentavano una minaccia incombente a quel tempo. Il regno non godeva ancora di una piena e stabile unificazione. Macbeth fu costretto a sconfiggere un’armata di ribelli condotta dal padre di Duncan I, Crinán, durante una battaglia a Dunkeld nel 1045, che ebbe per quest’ultimo conseguenze fatali.

Engraved Portrait of Macbeth Macfinlay
Ritratto inciso di Machbeth Macfinlay
John Hall (Attributed) (Public Domain)

Nel 1046 Macbeth perse una battaglia contro Siward, conte di Northumbria (r. 1041-1055) che aveva ambizioni in territorio scozzese. In effetti, l'invasione di Siward avrebbe potuto fargli ottenere in breve tempo il controllo del Lothian e forse dello Strathclyde. Macbeth tornò dal nord con un esercito più numeroso ed espulse Siward dalla Scozia in un secondo tentativo. Siward, a quanto pare, considerò la sconfitta solo una battuta d'arresto temporanea.

Macbeth era noto per essere un benefattore generoso della chiesa medievale, che rappresentava una risorsa importante per i re medievali (e buon metodo per avere dalla propria parte i cronisti dell’epoca, per lo più monaci). Nel 1050 Macbeth andò in pellegrinaggio a Roma, segno di come il Cattolicesimo romano fosse sulla buona strada per rimpiazzare il Cristianesimo celtico . Si dice che il re scozzese sia stato molto generoso con i poveri durante il suo viaggio e che, secondo quanto riportato da un cronista, “abbia disseminato denaro” (Cannon, 123). Il viaggio a Roma è la prova più evidente che Macbeth aveva una salda presa sul suo regno se poteva permettersi di lasciarlo nelle mani dei suoi deputati per mesi.

Rimuovi la pubblicità
Advertisement
Nel 1054 d.C. un'armata Inglese invase la Scozia, risalendo inesorabile verso nord per spodestare Macbeth.

La minaccia che viene dal Sud

In patria, con il trscorrere del 1050, il sovrano scozzese dovette affrontare problemi sempre più gravi, tra i quali le regolari invasioni a nord da parte del Conte Thorfinn di Orkney (1065). Il nemico principale di Macbeth, tuttavia, era Malcom, figlio di Duncan I, spesso chiamato Malcolm Canmore (letteralmente “testa grossa” o “capo”), di fatto cugino di Macbeth. Dopo la morte del padre, Malcolm fu portato in salvo in Northumbria attraverso il confine con l’Inghilterra. Il sovrano inglese Edward the Confessor voleva utilizzare Malcolm come un sovrano fantoccio a capo della Scozia. Pertanto, un esercito inglese invase la Scozia nel 1054 e si mosse inesorabilmente verso nord, lasciando dietro di sé morte e miseria. Macbeth mise in piedi un’armata che includeva cavalieri mercenari Normanni esiliati dall’Inghilterra, riuscendo ad impedire all’invasore di saccheggiare le pianure, ciononostante, perse la battaglia di Dunsinane (nel Perthshire) il 27 luglio, anche se non si trattò di un esito decisivo per nessuna delle parti. Macbeth aveva sconfitto Malcom, perdendo però il controllo di Perth e Fife.

Macbeth Consulting the Vision of the Armed Head by Fuseli
Macbeth consulta l'apparizione della testa armata di Fuseli
Henry Fuseli (Public Domain)

Nel 1057, la fortuna di Macbeth si inabissò ulteriormente. Il 12 di agosto vinse uno scontro a Lumphanan (Aberdeenshire) contro un gruppo di sostenitori di Malcom, ma venne gravemente ferito e morì tre giorni dopo. Secondo alcune versioni dei confusi eventi che seguirono, la testa dell’ex re venne portata in parata infilzata in una lancia, ma è possibile che il suo corpo venne sepolto in seguito nell’isola di Iona nelle Inner Hebrides, un luogo con una lunga tradizione con i legittimi sovrani scozzesi.

Morte e successione

Dopo la morte di Macbeth, a succedergli per un breve periodo fu il figliastro Lulach (1032) e in seguito, dal 1058, suo cugino che prese il nome di Malcom III di Scozia. Malcom fece uccidere Lulach in un agguato ad Essie nello Strathbogie. Essendo figlio di Duncan I, ripristinò la linea di successione dei Dunkeld re di Scozia. Nel corso del duraturo regno di Malcom, si constatò un'incremento dell’influenza anglosassone in Scozia, in particolare grazie al matrimonio con Margaret, principessa inglese, e all'accoglienza di monaci e sacerdoti inglesi all'interno del regno.

Rimuovi la pubblicità
Advertisement

Nel frattempo Macbeth divenne il soggetto principale di una celebre opera teatrale di Shakespeare. La prima rappresentazione del Macbeth avvenne nel 1606 circa, per il Bardo, Duncan I era un vecchio saggio dalla barba grigia, sebbene sia morto a circa 30 anni e noto anche per la sua immaturità. Shakespeare inoltre immaginò Macbeth come un assassino malvagio sotto l’influenza di visioni soprannaturali, consegnandolo alla storia come uno dei re immaginari più conosciuti. Anche la perfida Lady Macbeth non è stata creata a partire da fatti storici reali, ad eccezione del nome. Nonostante ciò, Shakespeare ha fatto sì che un re scozzese non tanto conosciuto sia diventato uno dei personaggi più famosi del paese, per lo meno di nome se non di fatto.

Info traduttore

Aurora Alario
Sono una traduttrice freelance. Mi sono laureata in Mediazione Linguistica presso il SSML Centro Masterly di Palermo, dove ho studiato interpretariato e traduzione per le lingue inglese e francese. Mi interessa la storia e subisco il fascino della cultura indiana. Sono appassionata di informatica, musica e lingue, ovviamente.

Info autore

Mark Cartwright
Mark è ricercatore, storico e scrittore. Formatosi in filosofia politica, si interessa di arte, architettura e di storia globale delle idee. È direttore editoriale della World History Encyclopedia.

Cita questo lavoro

Stile APA

Cartwright, M. (2020, novembre 24). Macbeth, Re di Scozia [Macbeth, King of Scotland]. (A. Alario, Traduttore). World History Encyclopedia. Estratto da https://www.worldhistory.org/trans/it/1-19294/macbeth-re-di-scozia/

Stile CHICAGO

Cartwright, Mark. "Macbeth, Re di Scozia." Tradotto da Aurora Alario. World History Encyclopedia. Modificato il novembre 24, 2020. https://www.worldhistory.org/trans/it/1-19294/macbeth-re-di-scozia/.

Stile MLA

Cartwright, Mark. "Macbeth, Re di Scozia." Tradotto da Aurora Alario. World History Encyclopedia. World History Encyclopedia, 24 nov 2020. Web. 21 mag 2024.